Mirtilli o l’importanza di amare la Natura

 

TITOLO: Mirtilli o l’importanza delle piccole cose

AUTORE: Henry D. Thoreau

ANNO: 2018

EDITORE: Lindau (Piccola Biblioteca)

NUMERO DI PAGINE: 86

PREZZO: € 9.50


 

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non si è sentito consigliare di assumere mirtilli per le loro molteplici proprietà.

Questi piccoli frutti di bosco, infatti, aiutano la vista, fanno bene al cuore e alla circolazione, sono antiossidanti, antinfiammatori, antitumorali, ricchi di vitamine e sali minerali.

Non solo. I mirtilli hanno anche il pregio di essere subito associati nell’ immaginario collettivo a marmellate, crostate, succhi e ogni sorta di prelibatezza per il palato.

Tutto questo, però, a Henry D. Thoreau non interessava.

Come già saprà chi ha letto il capolavoro dell’autore, Walden o vita nei boschi, la tensione intellettuale del pensatore statunitense del XIX secolo è interamente rivolta alla ricerca della semplicità.

L’elogio del mirtillo, che egli realizza in questo inedito breve saggio del 1860, recentemente tradotto per Lindau da Vincenzo Perna, altro non è che l’ennesima manifestazione di tale ricerca.

Il mirtillo, metafora di tutto ciò che per l’uomo contemporaneo è piccolo, inconsiderato, banalizzato, trascurabile, è, in realtà, l’emblema di un modus vivendi improntato al contatto con la Natura

«Plinio ha detto In minimis Natura praestat, la Natura eccelle nelle cose più piccole».

Dopo un excursus di carattere storico e botanico in cui l’autore enumera le diverse specie e varietà di mirtilli, effettuando una netta distinzione tra la famiglia dei mirtilli europei e quella dei mirtilli americani, frutti spontanei di una terra generosa, Thoreau denuncia apertamente il fenomeno di ‘privatizzazione’ dei terreni ormai in corso.

Tale processo, oltre a limitare la facoltà del privato cittadino di procurarsi autonomamente i piccoli frutti nelle immense distese nere dei boschi, lo defrauda di un’ attività molto più formativa, secondo la prospettiva dell’autore, dell’insegnamento fornito dalle scuole più prestigiose:

«Ho svolto il mio apprendistato nei campi di mirtilli, e da allora vi ho svolto una buona dose di lavoro manuale. Anche se con quello non mi sono mai pagato gli studi e i vestiti, è stata una delle migliori scuole che ho ricevuto e si è pagata da sola».

Il senso di libertà e lo spirito d’avventura che accompagnano le gite nei campi vengono meno quando qualcuno fa di quella raccolta un’attività redditizia. Mangiare il frutto acquistato al mercato non avrà mai lo stesso sapore di quello colto con le proprie mani, ammirato nelle sue minute caratteristiche.

«La maggior parte degli individui, ho l’impressione, non ha interesse per la Natura e venderebbe volentieri la propria quota della sua bellezza, per l’intera esistenza, in cambio di una somma modesta»

Procedendo ‘in direzione ostinata e contraria’ (direbbe il caro De André) rispetto ad un secolo di rivoluzioni, scientifiche e tecnologiche, a supporto di un sistema industriale e capitalistico, Thoreau, che pure non assume un gretto atteggiamento retrogrado, semplicemente pone il lettore dinnanzi ad un problema esistenziale: siamo sicuri che progredire equivalga soltanto ad acquisire e non anche a essere privati di qualcosa?

Così l’autore ci lascia con un’esortazione, sorprendentemente ancora attuale: vivere a pieno la Natura che ci circonda, godere dei frutti che essa produce apposta per noi, per farci stare bene, e ammirarla nei suoi mutamenti stagionali, manifestazione pura della vera Vita.

Un monito significativo per i nostri giorni, in cui la frenesia delle attività quotidiane, l’imperativo categorico alla produttività, ci fanno perdere il gusto di vivere ciò per cui conta davvero vivere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...